lunedì 7 gennaio 2013

Minestra di catalogna

Eccomi qui... pensavate che fossi ancora in giro a gozzovigliare tra cenoni, tortellini e altre amenità gastronomiche natalizie? E invece no, sono già in fase di ripresa, strizzando l'occhio a un'alimentazione un po' più attenta. Non uso la parola "dieta" perché sono abbastanza contraria ai regimi esageratamente costrittivi. Una sana minestra di verdura, però... fa quasi piacere, dopo il periodo delle feste in cui è quasi impossibile evitare i cibi ricchi e calorici.
Per questo motivo, oggi ho preparato una bella minestra di catalogna, cucinata "tutta para" (che nel nostro dialetto salentino indica una pietanza in cui gli ingredienti vengono messi a cuocere tutti insieme, senza soffriggere anticipatamente gli odori nell'olio). Questa minestra mi piace perché è facile e veloce da realizzare; l'unico "fastidio" in più è il taglio orizzontale della verdura, compresi i germogli interni, prima della cottura ma il risultato è decisamente più gradevole e saporito rispetto alla semplice verdura bollita. E poi, con le temperature che iniziano a diventare davvero invernali, una bella minestra bollente è proprio l'ideale, senza dimenticare le proprietà benefiche della cicoria, che è anche diuretica e ci aiuterà a smaltire i fasti alimentari natalizi!

Ingredienti (per 2 porzioni)
  • 1 cespo di cicoria catalogna (ca. 600g di peso lordo)
  • 1-2 cipollotti freschi (in base alle dimensioni)
  • 1 costa di sedano
  • un paio di pelati (o 1 cucchiaio abbondante di concentrato di pomodoro)
  • olio extravergine
  • parmigiano grattugiato per condire

Come si fa
Pulire la cicoria, eliminando le foglie esterne più sciupate e dure, lavarla bene e tagliare le foglie in pezzi di un paio di cm. Tagliare i germogli interni a rondelle di 1-2 cm (e qui ho messo la foto che in realtà serviva anche per chiarire la differenza di taglio, in particolare per i miei amici romani, che le cicorie le chiamano "puntarelle" e le tagliano a striscioline in verticale, consumandole poi crude... un altro piatto che adoro, ma questo è invece il tipo di taglio che usiamo noi nel Salento per preparare questa ricetta).

Affettare la cipolla e il sedano. Mettere le verdure tutte insieme in una pentola abbastanza capiente, coprire d'acqua fredda e aggiungere il pomodoro pelato o il concentrato e un po' d'olio extravergine.
Lasciar cuocere per 10-15 minuti dopo che l'acqua avrà alzato il bollore (oppure finché le rondelle non saranno tenere, facendo attenzione a spegnere subito perché altrimenti la verdura tenderà a spappolarsi). Servire bollente con una bella spolverata di parmigiano.

Suggerimenti: come alternativa, si può aggiungere alla minestra della pastina piccola, per esempio tubettini. Se volete un piatto più ricco, potete cuocere la cicoria nel brodo avanzato - di carne o di verdura - e per renderlo ancora più gustoso e saporito, potete preparare delle polpettine microscopiche (max 1 cm di diametro) e farle cuocere direttamente nell'acqua di cottura insieme alla verdura.

-->

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...