lunedì 29 aprile 2013

Minchiarieddhri d'orzo con crema di peperoni, olive e cacioricotta

Che io sia di origine salentina vi è ormai noto, se seguite questo blog da un po'. E probabilmente, avrete capito che ogni tanto mi piace, per così dire, tenere le mani in allenamento e realizzare uno dei formati di pasta tipici delle mie parti: i minchiarieddhri o minchiareddhi o maccarruni che dir si voglia (il nome e la grafia cambiano da un paese all'altro, anche a pochi chilometri di distanza).

Mi piacciono molto conditi come tradizione comanda (vedi per esempio qui, dove c'è pure il video in cui Sara mostra il procedimento per "cavare" questo formato di pasta con il tipico ferretto).

A volte, invece, provo ricette diverse perché mi piace pasticciare e inventare con gli ingredienti che ho già a disposizione. Qui e qui ci sono due ricette che appartengono alla categoria "pasticci non tradizionali". :) La ricetta di oggi mi è piaciuta perché i peperoni rossi danno un bell'effetto cromatico e si sposano bene con la sapidità delle olive.

Ecco gli ingredienti che ho utilizzato per 2 persone:
  • 180 g di minchiarieddhri freschi (per il procedimento si possono aprire le ricette linkate sopra; la percentuale di farine utilizzate stavolta era 60% semola rimacinata di grano duro e 40% orzo)
  • mezzo peperone rosso arrostito e privato della pelle
  • 5-6 olive nere snocciolate (anche qualcuna in più se sono piccole come le nostre leccine)
  • 1 spicchio d'aglio
  • olio extravergine
  • cacioricotta
  • prezzemolo tritato
  • pepe
  • sale

Come si fa
Ho fatto arrostire il peperone sotto il grill del forno (ovviamente, intero :) poi ne ho utilizzato solo una metà. Una volta intiepidito, l'ho privato di pelle e semi e l'ho passato al minipimer (per ottenere la giusta cremosità dovrebbe essere sufficiente quel po' di acqua di cottura che il peperone rilascia mentre si raffredda; se necessario, ci si può aiutare con un filo d'olio). Ho fatto imbiondire l'aglio in 2 cucchiai rasi d'olio, poi l'ho eliminato; ho fatto saltare velocemente le olive tritate, ho aggiunto la crema di peperone, ho aggiustato di sale e ho spento la fiamma. Nel frattempo ho cotto i minchiarieddhi e li ho fatti mantecare brevemente nella salsa a fiamma viva. Ho cosparso di prezzemolo, cacioricotta (sostituibile eventualmente con la ricotta salata siciliana fresca) e un po' di pepe nero macinato al momento.
Buon appetito!

-->

8 commenti:

  1. Amo il salento..e amo questa tua ricetta, piena di sapori che amo ! Un abbraccio e buona serata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) grazie Mary! Mi rende sempre felice sapere che la mia terra viene amata e apprezzata!

      Elimina
  2. Stefy finalmente passo di qui... grazie a bloggalline e al raduno sto conoscendo blog e persone fantastiche! Adoro fare la pasta in casa.. a molto più buona, genuina e poi mi rilassa tanto.. però confesso che la farina d'orzo non l'ho mai utilizzata per questo tipo di preparazioni... il risultato dev'essere eccezionale! per non parlare di quel seghetto con i peperoni! magnifico:) un bacione stefy:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simona! La stessa cosa vale per me, sono davvero felice di aver partecipato al raduno e grata per aver avuto la possibilità di conoscere tutte voi! In quanto alla farina d'orzo, non è facile trovarla a Roma ma la pasta viene davvvero buona, e poi mi ricorda tanto i sapori di casa! Poi fammi sapere, se la provi!

      Elimina
  3. Se c'è una cosa che mi piace fare e la pasta e in modo particolare quella acqua e farina (non sono amante della pasta all'uovo) questa percentuale di orzo e farina è interessante voglio provare con altre farine! I piatti della tradizione poi non sono mai da trascurare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova, Sabry, sono curiosa poi di vedere i risultati! :) anche io ogni tanto faccio esperimenti diversi, tipo questa pasta qui coi ceci http://ilmiociboperlanima.blogspot.it/2012/06/laganette-ai-ceci-al-sugo-di-pomodoro-e.html
      Buona giornata!

      Elimina
  4. Risposte
    1. :) Grazie Mimmo! Poi fammi sapere!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...