domenica 4 agosto 2013

Pizzelle fritte alla parmigiana

Ci ho preso gusto, con il contest "Riscoprire l'Antiqua tradizione"! Dopo la ricetta del pane-pizza che ho pubblicato ieri, avevo ancora voglia di mettere le mani in pasta utilizzando la farina Antiqua ma poca voglia di accendere il forno. E per rimanere in tema di pizza, cosa c'è di meglio di un classico dei classici in tema cibo da strada come le pizzelle fritte della tradizione partenopea?

Per me è un modo affettuoso di ricordare e celebrare il mio quarto di napoletanità che ho ricevuto in dono da mia nonna materna. Lei non c'è più ormai, ma ha sempre tenuto in vita, tramandandole a mia mamma e di conseguenza a me, le tradizioni culinarie della sua terra d'origine che aveva lasciato da ragazza per sposare mio nonno. E così anch'io, grazie ai suoi insegnamenti, mantengo nella mia casa questi piatti tradizionali, senza farmi mancare pastiera e casatiello a Pasqua, e così via.



Ma come al solito, sto divagando... Tornando alla ricetta, ho fatto queste pizzelle in una minidose, di quelle che bastano a togliersi uno sfizio ma è possibile replicarla a piacere moltiplicando per il numero o l'appetito dei commensali.

La versione alla parmigiana non è proprio quella classica, infatti nelle friggitorie di Napoli le pizzelle si mangiano semplici semplici con un cucchiaio di salsa di pomodoro e una spolverata di provolone o parmigiano grattugiato oppure bianche, accompagnate da un po' di salumi. Spero che mia nonna, da lassù, non mi consideri troppo "eretica" per questa versione.




Ingredienti (per 8-10 pezzi)
  • 150 g di farina Antiqua tipo 1
  • 80-90 g di acqua
  • 4 g di lievito di birra
  • 5 g di sale
  • mezzo cucchiaino di zucchero

Per il condimento
  • sugo di pomodoro
  • una decina di fette di melanzana
  • parmigiano grattugiato
  • basilico
  • Olio per friggere

Come si fa
  1. Preparare l'impasto: sciogliere il lievito e lo zucchero in metà dell'acqua. 
  2. Setacciare la farina, aggiungere il lievito e iniziare ad impastare.
  3. Aggiungere il sale e l'acqua rimanente, nella quantità necessaria ad ottenere un impasto morbido ed elastico, non appiccicoso.
  4. Lasciare lievitare fino al raddoppio in una ciotola coperta con un panno inumidito.
  5. Affettare la melanzana e disporre le fette, con un po' di sale, in un colino in modo che rilascino il liquido di vegetazione.
  6. Se non lo si è già fatto, preparare un sugo semplice con pomodoro, cipolla, olio extravergine e basilico.
  7. Asciugare le fette di melanzana e friggerle, lasciando colare l'olio in eccesso su carta da cucina.
  8. Tenere in caldo sia le melanzane sia il sugo.
  9. Quando l'impasto sarà raddoppiato, prelevarlo dalla ciotola e lavorarlo rapidamente per sgonfiarlo.
  10. Dividere l'impasto in palline da circa 30 g l'una e stenderle aiutandosi con i polpastrelli.
  11. Friggere le pizzelle. Appena fritte risulteranno un po' gonfiotte, come nella foto qui sopra, ma poi si abbasseranno e si potranno condire senza problemi.
  12. Condire ogni pizzella con un po' di sugo di pomodoro, una fetta di melanzana fritta, altro sugo, una spolverata di parmigiano e una fogliolina di basilico.
  13. Servire calde.

Con questa ricetta partecipo al contest 
indetto da Cucina Semplicemente
in collaborazione con Farina Antiqua macinata a pietra.




-->


9 commenti:

  1. Mammamia, Stefania... ho l'acquolina!!! :D Complimenti, devono essere di una bontà unica! Da napoletana apprezzo tantissimo anche la tua versione, strabuona :P Un abbraccio e in bocca al lupo per il contest, buon inizio settimana :) :**

    RispondiElimina
  2. Bellissime e anche ottima cosa, la minidose (se si riece a contenersi, cosa della quale, però, dubito...) Proverò presto a farle...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) grazie! se dovessi farle, fammi sapere se ti son piaciute anche "dal vivo" :)

      Elimina
  3. Vedo ora questa meraviglia...ho appena finito di mangiare e ricomincerei!
    mmm...tentatrice!
    Cri
    ;-)

    RispondiElimina
  4. Wow Stefy che meraviglia! Mi hai fatto venire l'acquolina!!!
    Un bacio

    RispondiElimina
  5. Ma che bella idea, la proverò. Sarà sicuramente buonissima. Mi sono unita ai tuoi sostenitori in modo da averti sempre a portata di click. Se ti va fallo anche tu. Grazie. Francesca.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...